POMPEI PALCOSCENICO DEL MONDO: I EDIZIONE DELLA RASSEGNA DI DRAMMATURGIA ANTICA "POMPEI THEATRUM MUNDI

DA ORESTEA A PROMETEO, DA ANTIGONE A BACCANTI A FEDRA, NELLE REGIE DI LUCA FUSCO, MASSIMO LUCONI, ANDREA DE ROSA, CARLO CERCIELLO. UN PROGETTO QUADRIE...

Il progetto quadriennale POMPEII THEATRUM MUNDI, immaginato per il Teatro Grande del più imponente sito archeologico del mondo qual è quello di Pompei, nasce d’intesa e collaborazione tra il Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e il Parco Archeologico di Pompei, nel più vasto programma di promozione dell’area e dopo la riapertura al pubblico del bellissimo Teatro Grande.

Secondo un articolato calendario, tra il 22 giugno e il 23 luglio 2017 sul palcoscenico del Teatro Grande (costruito nel II sec. a.C.) andrà in scena il primo ciclo di drammaturgia antica, con cinque grandi testi riproposti al pubblico nell’affascinante atmosfera degli scavi.

«Dal 2014 – dichiara Massimo Osanna, direttore generale del parco archeologico di Pompei,- le scene del Teatro Grande sono state restituite al pubblico internazionale, dove la nuova rassegna del Teatro Stabile di Napoli si inserisce in modo naturale. Nel celebrare e far rivivere al pubblico l’unicità e la sacralità di questi luoghi, Pompei ancora una volta si profila come laboratorio di arte e cultura, palcoscenico del mondo aperto alla tradizione e all’innovazione».

«Lo Stabile da me diretto – annota Luca De Fusco – propone un progetto di drammaturgia antica, scelta tanto importante quanto naturale. Testi di Eschilo, Sofocle, Euripide, Seneca saranno rappresentati nel luogo in cui, con tutta probabilità, furono messi in scena già in epoca romana. Un luogo non neutro ma fortemente caratterizzato e pieno di fascino, esso stesso elemento della narrazione teatrale. In questo luogo riportiamo il teatro di prosa con una manifestazione che ci auguriamo susciti l’attenzione e il gradimento del pubblico, per sedici serate da trascorrere in uno dei maggiori palcoscenici della storia dell’umanità».

«Cinque capolavori – sottolinea il direttore De Fusco – tesi a privilegiare ed esaltare il rapporto tra contenitore e contenuto, tra spazio scenico e narrazione teatrale, che la straordinaria location di Pompei consente e garantisce come poche altre al mondo». 

E’ inoltre possibile abbinare alla visione degli spettacoli la visita agli scavi a soli 5 euro scrivendo a promotion.pompei@teatrostabilenapoli.it

Orario di inizio delle rappresentazioni: 20.30 

Programma sintetico 

>22 – 25 giugno ore 20.30

Orestea(Agammenone e Coefore/Eumenidi)

Il programma si aprirà il 22 giugno con Orestea (Agamennone e Coefore/Eumenidi) di Eschilo messo in scena da Luca De Fusco su produzione del Teatro Stabile di Napoli. Unica trilogia della classicità greca giunta integra dal passato, per quattro sere (dal 22 al 25 giugno) Orestea andrà in scena a giorni alterni nelle due sezioni, Agamennone e Coefore/Eumenidi. Lo spettacolo, dopo una tournèe di due anni in Italia e all’estero, approda ora nel luogo – il Teatro Grande di Pompei – dove era destinato a debuttare. 

>30 giugno – 6 luglio ore 20.30

Dittico a firma del regista Massimo Luconi

Prometeo di Eschilo (dal 30 giugno al 2 luglio)

Un debutto in prima nazionale che vedrà protagonista nei panni del grande e misterioso personaggio mitologico, l’attore Luca Lazzareschi. La produzione è del Teatro Stabile di Napoli. In questo primo spettacolo di Luconi troveremo il Senegal come fil rouge del suo dittico perché ci saranno in scena musicisti provenienti dal Senegal e la scena sarà impegnata da un installazione curata da un artista senegalese. 

Antigone. Una storia africana di Jean Anouilh da Sofocle (5 e 6 luglio)

Recitato in lingua francese l’allestimento tratto dalla tragedia di Sofocle, firmata da Jean Anouilh, proviene dal Senegal ed ambienta il grande apologo sofocleo sulla giustizia nella realtà africana contemporanea. Lo spettacolo chiude un percorso di formazione durato circa tre anni in Senegal, di incontri/laboratorio basati sullo sviluppo delle capacità progettuali e artistiche di giovani senegalesi in campo teatrale.

Al gruppo dei sei attori provenienti dal Senegal si uniscono alcuni attori non professionisti senegalesi residenti in Italia, a rappresentare il coro. Lo spettacolo è prodotto da Terzo piano teatro. 

>14 – 16 luglio ore 20.30

Baccantidi Euripide

Quarto appuntamento del ciclo, il debutto in prima nazionale di Baccanti di Euripide messo in scena dal regista Andrea De Rosa. «”Dio è morto”, scrisse Nietzsche più di un secolo fa e, a dispetto delle assurde guerre di religione che ancora si affacciano all’orizzonte della nostra storia recente, quella sentenza sembra irreparabile e definitiva. Ma il sacro? Il misterioso? Sono anch’essi spariti per sempre dalle nostre vite? Il teatro – prosegue il regista – è ancora il luogo dove un dio può prendere vita? dove possiamo ancora ascoltare la sua voce e, soprattutto, ancora interrogarlo?». La produzione dello spettacolo è del Teatro Stabile di Napoli e Teatro Stabile di Torino. 

>22 – 23 luglio ore 20.30

Fedra di Seneca

Con la regia di Carlo Cerciello le due rappresentazioni del 22 e 23 luglio di Fedra di Seneca, nella traduzione di Maurizio Bettini, concludono il ciclo della rassegna. Prodotto dall’INDA/Istituto Nazionale del Dramma Antico – Fondazione Onlus lo spettacolo, dopo aver debuttato al Teatro Greco di Siracusa ed essere poi andato in scena al Teatro Antico di Segesta, a Taormina e al Teatro romano di Ostia Antica, approda in un altro teatro unico e suggestivo come il Teatro Grande di Pompei.

Teatro Grande di Pompei

22, 23, 24, 25 giugno 2017 | ore 20.30 

ORESTEA

Unica trilogia ad essere sopravvissuta fino ai giorni nostri, l’Orestea di Eschilo racconta una storia suddivisa in tre episodi, le cui radici affondano nella tradizione mitica dell’antica Grecia: l’assassinio di Agamennone da parte della moglie Clitemnestra, la vendetta del loro figlio Oreste che uccide la madre, la persecuzione del matricida da parte delle Erinni e la sua assoluzione finale ad opera del tribunale dell’Areopago.

Con questo imponente allestimento che si divide in due parti – Agamannone e Coefore/Eumenidi – Luca De Fusco affronta la tragedia classica secondo le caratteristiche del teatro greco che univa parola, canto, danza. Uno spettacolo “in musica”, la cui partitura è curata da Ran Bagno. Sul tappeto sonoro preciso ed avvolgente del compositore israeliano si muovono le sensuali e misteriose coreografie di Noa Wertheim, direttrice della Vertigo Dance Company. 

ORESTEA Agamennone | Coefore e Eumenidi

di Eschilo
traduzione Monica Centanni

regia Luca De Fusco 

con Mariano Rigillo, Mascia Musy, Angela Pagano, Gaia Aprea, Claudio Di Palma, Giacinto Palmarini, Anna Teresa Rossini, Paolo Serra, e con Paolo Cresta, Francesca De Nicolais, Patrizia Di Martino, Gianluca Musiu, Federica Sandrini, Ivano Schiavi, Dalal Suleiman, Enzo Turrin, e con le danzatrici della compagnia Körper Chiara Barassi, Sibilla Celesia, Sara Lupoli, Marianna Moccia

scene Maurizio Balò
costumi Zaira de Vincentiis
coreografie Noa Wertheim
musiche Ran Bagno
luci Gigi Saccomandi
suono Hubert Westkemper
adattamento vocale Paolo Coletta
video Alessandro Papa

produzione Teatro Stabile di Napoli–Teatro Nazionale 

si ringrazia l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli per le riprese al Cimitero delle Fontanelle 

calendario rappresentazioni
22 giugno ore 20.30 Agammenone
23 giugno ore 20.30 Coefore e Eumenidi
24 giugno 20.30 Agamennone
25 giugno ore 20.30 Coefore e Eumenidi


web: www.pompeiisites.org

FaceBook: https://www.facebook.com/pompeiisoprintendenza/

Twitter: https://twitter.com/pompeii_sites

Instagram: http://instagram.com/pompeii_soprintendenza
YouTube: https://www.youtube.com/c/PompeiiSites79dc

 

DE LUCA, ATTEGGIAMENTO VIOLENTO NEI CONFRONTI DI UN'ATTIVISTA DEL M5S. PAOLINO: "IL GOVERNATORE IMPARI A RISPETTARE LE DONNE E A DIRE LA VERITA' "

On.Monica Paolino, Consigliere regionale della Campania

GIUNGANO (SA), I SEGRETI DELLA PIZZA CILENTANA NELLE SCUOLE

BOSCOREALE (NA), INAUGURATA LA NUOVA STAZIONE CIRCUMVESUVIANA “VILLA REGINA ANTIQUARIUM” SULLA LINEA NAPOLI-SORRENTO

NAPOLI, GIUSEPPINA TORRE, IL 1° LUGLIO IN CONCERTO AL MUSEO ARCHEOLOGICO DELL'ANTICA NOLA (NAPOLI), ACCOMPAGNATA DAL NEFTIRA STRING QUARTET PER LA II TAPPA DEL TOUR "PIANO LIVE-IL SILENZIO DELLE STELLE"

Pianista e compositrice di origini siciliane pluripremiata in America

MARIGLIANO (NA), XVI EDIZIONE DELLA SAGRA DELLA PENNETTA ALL'ARRABBIATA: IL MENU' DEGLI SPETTACOLI

La XVI edizione della Sagra della pennetta all'arrabbiata avrà luogo nel primo fine settimana di luglio, nei giorni 1 e 2 a Pontecitra, frazione ...

REGGIMENTO LOGISTICO "TAURINENSE" E ASSOCIAZIONE "AMPIO RAGGIO ONLUS" UNITI PER DONARE UN SORRISO AI PICCOLI BAMBINI AFGHANI

NAPOLI, L'EREDITA' DI NINO 20 ANNI DOPO, RICORDO DI GAETANO SALVATORE

27 giugno 2017 ore 16,30, Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, Villa Comunale

Mezzostampa WebTv

+ Slide
- Slide
  • Parla con Noi - Puntata 0

  • Gomorroide il film-conferenza stampa al cinema Metropolitan

  • IL LIBRO: 28 GIORNI - STORIE DI MADRI di Francesca Cutino

  • DIARIO DI UNA FOOD WRITER...a cura di Francesca Cutino

  • Donne nel Sarno. Recupero della Panda Gialla

  • Calendario Mezzostampa 2013

  • 'Reality' di Garrone - I protagonisti al Modernissimo

  • MARCIA PER IL MAURO SCARLATO - 12 GIUGNO 2012

  • notte bianca a scafati.MP4

  • Con Mezzostampa ed Enrico Oro alla Notte Bianca di Scafati tutto può accadere....avi