BOSCOREALE, IL CONSIGLIO COMUNALE HA CONFERITO LA CITTADINANZA ONORARIA ALL’ARCHEOLOGO PROF. STEFANO DE CARO.

A SEGUIRE: NIENTE AUMENTO PER LA TARI
letto 89 volte
stefano-de-caro-nuovo-presidente-dell-associaizone-internazionale-amici-di-pompei.jpg

Si è riunito stamattina il Consiglio comunale, presieduto da Antonio Di Somma, che, quale primo provvedimento, ha conferito all’unanimità (assenti Costabile, De Falco, Federico e Sodano) la cittadinanza onoraria all’archeologo prof. Stefano De Caro, boschese di nascita, che ha dedicato la sua vita all'archeologia, cui va il merito di aver portato alla luce, nel 1977, la domus Villa Regina, unica “villa rustica” romana del territorio vesuviano scavata per intero e oggi restaurata e visitabile. Il prof. Stefano De Caro è stato Soprintendente per i Beni Archeologici per le province di Napoli e di Caserta, Soprintendente e Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, e Direttore Generale delle Antichità al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 

A seguire, il Civico consesso, sempre all’unanimità, ha approvato la modifica del regolamento per la concessione di rateizzazione di tributi comunali arretrati, nonché le tariffe per l’applicazione della tassa sui rifiuti (TARI), riconfermando quelle del 2019, pertanto per il corrente anno non vi sarà nessun aumento. Inoltre, sempre all’unanimità, sono stati approvati i regolamenti per l’applicazione dell’imposta municipale propria, per l’applicazione del canone di occupazione di spazi e aree pubbliche (C.O.S.A.P.), e le modalità operative per il controllo a campione delle istanze in materia di edilizia asseverata S.C.I.A. - C.I.L.A..

Sono molto contento che anche l’opposizione abbia accolto con entusiasmo il conferimento della cittadinanza onoraria al prof. Stefano De Caro, un nostro illustre concittadino che ha dato prestigio e lustro alla nostra città - ha dichiarato il sindaco Antonio Diplomatico -. Questo è il primo tassello di un percorso a lunga gittata che tende a incrementare l’offerta turistica della nostra città. Il nostro è anche un progetto culturale molto ambizioso che vogliamo realizzare con il coinvolgimento delle scuole. Sono contento anche che l’opposizione, con il proprio voto favorevole, abbia condiviso in pieno pure gli altri provvedimenti approvati - ha aggiunto il sindaco-. Raggiungere l’unanimità su tutte le proposte, che io ricordi, è un evento raro per il Consiglio comunale e di ciò va dato atto all’opposizione che ha condiviso provvedimenti importati per la città”.