OTTAVIANO, L'ASSOCIAZIONE CULTURALE PROMETEO APRE VESUVINFORM, CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DELLA CULTURA VESUVIANA

letto 2236 volte
vesuvinform2.jpg

Venerdì 27 febbraio 2015 a Ottaviano alle ore 11:00, nell’Aula Magna del Liceo/Ginnasio “A. Diaz”, Via Camillo Peano, (nei pressi della stazione della Circumvesuviana) si presenterà e si inaugurerà VESUVINFORM Ottaviano, polo di ricerca, documentazione, produzione e diffusione della cultura vesuviana presso la Biblioteca del Liceo/Ginnasio “A. Diaz” di Ottaviano.

VESUVINFORM, Centro di documentazione e promozione della cultura vesuviana, progetto promosso dall’associazione culturale “Prometeo” di Torre del Greco, si propone di affrontare una serie di problematiche socio-culturali organizzando, con la collaborazione delle Istituzioni pubbliche e private, degli Istituti scolastici, incontri, convegni, mostre, visite guidate, ecc., per tutelare e valorizzazione siti d’interesse culturale – turistico - economico del territorio alle falde del Vesuvio.

VESUVINFORM, è inteso come una sorta di videocamera virtuale che riprende il passato e lo propone sullo schermo della mente, risvegliando nella coscienza dei cittadini vesuviani l’amore per la propria cultura, assopita nella "notte dei tempi".

VESUVINFORM tende aspronare le energie intellettuali ed economiche per stimolare la crescita delle comunità vesuviane, tutelando e promuovendo la cultura del territorio un tempo tanto celebrato da scrittori quali Maiuri, Goethe e Hamilton.

A illustrare il programma di VESUVINFORM Ottaviano saranno: il Sindaco di Ottaviano, avv. Luca Capasso, l’Assessore alla Cultura e alla P.I., prof.ssa Marilina Perna, il Dirigente Scolastico del Liceo “A. Diaz”, prof. Antonio Alvino, il Presidente dell’associazione culturale “Prometeo”, dott. Francesco Manca, il Direttore del Laboratorio di restauro e conservazione di opere d’arte, dott. Umberto Maggio, l’Archeologa dell’Apollin Project, dott.ssa Santa Sannino. Modererà: il prof. Michele Ranieri.

Seguirà la conferenza sul tema: “La cultura del territorio: antiche testimonianze e progetti per il futuro”. Interverranno: il prof. Carmine Cimmino, il dott. Gennaro Barbato e la prof.ssa Rosa Cianciulli.

Gli alunni delle classi III A e B del Liceo classico “A. Diaz”, illustreranno la Mostra fotografica e documentaria da loro curata: “Le antiche masserie di Ottaviano”.

VESUVINFORM
Centro di documentazione e promozione della cultura vesuviana. Vivere il presente, rievocando il passato per un futuro migliore. Nell'ambito delle attività culturali promosse dall'associazione "Prometeo” di Torre del Greco fondata nel 1994, uno dei progetti più ambiziosi, è VESUVINFORM. Centro di raccolta di notizie, dati, immagini e testimonianze di ieri e di oggi sul Vesuvio e sull'area che si estende alle sue pendici; quel territorio, cioè, che è definito "conurbazione napoletana".
La "Prometeo", associazione culturale senza scopo di lucro, opera in uno dei diciotto comuni del vesuviano molto vulnerabili dal punto di vista vulcanico e da oltre venti anni ha, tra le sue finalità statutarie, anche la tutela e la sviluppo del territorio vesuviano.

L'elevato rischio vulcanico, l'inazione politica nel fermare il sacco del territorio in una zona sempre più pericolosa, la costante perdita di memoria storica, la totale indifferenza verso la riscoperta delle origini, della storia passata e recente dell'area, e l'abbandono delle testimonianze architettoniche, ha rafforzato in "Prometeo" quei sentimenti che legano i cittadini a questa terra. Si è rafforzata, così, la voglia di pungolare le istituzioni e le popolazioni vesuviane a prendere coscienza di tali problemi e a promuovere azioni tese alla ricoperta del territorio e alla rivalutazione storica - culturale
dell'intero territorio.

VESUVINFORM prevede gruppi di studio che elaboreranno le informazioni provenienti dalla più disparata fonte: da quelle istituzionali (come l’Università degli Studi Federico II di Napoli, l’Osservatorio Vesuviano, l’Ente Nazionale Parco del Vesuvio, la Fondazione Ente Ville Vesuviane) a quelle private (Associazioni culturali, Istituti per la cultura, singoli cittadini), per cercare di creare un’informazione quanto più accessibile sulle tematiche territoriali, culturali e scientifiche. Nell’intento di realizzare un modello di comunicazione all’insegna dell’agilità di fruizione tra le varie fasce culturali presenti sul territorio, VESUVINFORM, per il raggiungimento di tali scopi, può avvalersi della preziosa collaborazione degli Istituti scolastici e delle Istituzioni locali dei Comuni alle pendici del Vesuvio per l’apertura, anche nei Comuni dell’area vesuviana,

VESUVINFORM si propone di affrontare una serie di problematiche socio-culturali organizzando, con la collaborazione delle Istituzioni pubbliche e private, incontri, convegni, mostre, visite guidate, ecc., per tutelare e valorizzazione siti d’interesse culturale – turistico - economico del territorio alle falde del Vesuvio, per cercare di spronare quelle energie intellettuali ed economiche capaci di stimolare la crescita sana e civile delle comunità vesuviane. Le realtà artistiche come la lavorazione del corallo, la realizzazione dei cammei, la lavorazione della pietra lavica e l'arte orafa; il restauro del patrimonio artistico e archeologico; le realtà produttive della terra, come la coltivazione dei fiori e dei prodotti tipici dell'area vesuviana (albicocco, pomodoro, uva, ecc.); l'artigianato come il restauro dei mobili antichi, la cantieristica navale; l'arte culinaria e il turismo culturale, se opportunamente indirizzate, possono certamente rappresentare l'inizio di un serio rilancio socio – economico - culturale del territorio vesuviano, un tempo tanto celebrato da scrittori quali Maiuri, Goethe e Hamilton.

VESUVINFORM va inteso come una sorta di videocamera virtuale che riprenda il passato e lo proponga sullo schermo della mente, facendo risvegliare questa cultura che appare assopita nella "notte dei tempi". La rivalutazione del territorio vesuviano passa, ineluttabilmente, attraverso il comune consenso della reale volontà culturale di riscatto. Condividere, Compartecipare e Comunicare sono le tre C che devono accumunare i cittadini vesuviani a screditare l’indifferenza
del rilancio culturale del territorio alle pendici del Vesuvio per trasmettere, alle future generazioni, l’amore per il proprio luogo d’origine.

I propositi di VESUVINFORM sono:
• Recuperare la memoria storica
• Rivalutare la cultura vesuviana
• Stimolare le Autorità per il ripristino delle testimonianze architettoniche del passato
• Incentivare il turismo culturale
• Educare al rispetto della natura
• Promuovere la cultura della legalità e quella della divulgazione, senza allarmismi, prevenzione delle calamità naturali, in particolare del rischio vulcanico.

L’associazione culturale Prometeo, attraverso VESUVINFOM, CHIEDE alle Autorità, ai Comuni Vesuviani, alle Associazioni culturali e ambientalistiche, alle Forze economiche, ai privati cittadini di collaborare attivamente al Progetto, fornendo il sostegno e i contributi culturali necessari per il pieno successo dell'iniziativa, al fine di riaffermare una più elevata qualità di vita nell'area vesuviana.