CASTELLAMMARE DI STABIA, I LIONS DI S.ANASTASIA PRESENTANO IL LIBRO DI NELLO TROCCHIA “IO, MORTO PER DOVERE”

Cornice dell’evento l’auditorium del Liceo Severi nell’ambito del service “Libri ed altro in biblioteca”
letto 2099 volte
1-io-morto-per-dovere-ferrari-trocchia-fascetta.jpg

Il lions club S.Anastasia ha presentato il 2 aprile al liceo Severi di Castellammare di Stabia il libro scritto da Nello Trocchia “Io, morto per dovere”, nell’ambito del service ”Libri ed altro in biblioteca” ideato dal club lions di Castellammare Host.

Il libro narra la storia di Roberto Mancini, un poliziotto in servizio per 10 anni alla Criminalpol di Roma dove aveva raccolto informative e documenti  che mettevano in luce il disastro ambientale e i colpevoli della “Terra dei fuochi”.

Roberto Mancini, morì il 30 aprile 2014, ucciso da un tumore.  Il libro parla quindi della sua vita e delle sue denunce inascoltate. E’ Una grande storia di passione, impegno e coraggio. In questo libro l’autore, Nello Trocchia, insieme alla moglie di Roberto Mancini, Monika Dobrovolska Mancini, e alle testimonianze dei colleghi poliziotti, racconta il disastro ambientale nella cosiddetta Terra dei fuochi. Già venti anni fa conosceva nomi e trame di un sistema criminale composto da una cricca affaristica in combutta con la feccia peggiore della malavita organizzata e con le eminenze grigie della massoneria. Aveva scritto un'informativa rimasta per anni chiusa in un cassetto e ritenuta non degna di approfondimenti. Continuò il suo impegno depositando, nell'ultimo periodo della sua vita, un'altra informativa. Ma niente da fare.

Una storia chiusa per anni nel silenzio e oggi riscoperta, oggetto di una fiction con Giuseppe Fiorello andata in onda su Rai Uno.

Ne hanno discusso i lions nella magnifica cornice del Liceo Severi, alla presenza dell’autore, Nello Trocchia, e della coautrice del libro, la vedova di Mancini, Monika Dobrowolska Mancini, Anna Magri e Marzia Caccioppoli dell’associazione “Noi genitori di tutti”, di Giulio Tarro, scienziato immunologo e virologo di fama mondiale, il Gen. Del Corpo Forestale dello Stato, Sergio Costa, Don Maurizio Patriciello, Parroco di Caivano, Vincenzo Peretti, docente di medicina Veterinaria a produzioni animali, Renato Rivieccio, I° Vice Governatore del Distretto lions 108ya, Federico Totaro e Mariano Lebro, soci del club S. Anastasia Monte Somma, Mariano Lebro, dopo i saluti della Vice preside del Liceo, nonché presidente dell’associazione Achille Basile che collabora a LIBRI ED ALTRO IN BIBLIOTECA, Carmen Matarazzo, di Annalisa Quartuccio, responsabile del service, Angelo Palmieri, Presidente del club lions Castellammare Host, Monica di Marino, Presidente del club S.Anastasia Monte Somma, Luigi Riondino, Responsabile distrettuale del Service SFIDE DEL CENTENARIO,  e Vincenzo Pagliarulo, Presidente della II Circoscrizione lions.

Ha presentato il convegno Mariano Lebro, mentre la moderazione è stata affidata al bravo Federico Totaro e le conclusioni al I° Vice Governatore Renato Rivieccio.

E’ stata una esperienza bella e toccante che ha visto la partecipazione, oltre ai lions, di circa 400 studenti dell’Istituto, attenti  e partecipi per circa 4 ore alla manifestazione che ha raggiunto il punto più alto e commovente quando ha parlato Anna Magri, una mamma che perse il figlioletto di 6 mesi colpito da leucemia, colpevole solo di essere nato in quella terra maledetta.