CAVA DE’ TIRRENI, NELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA’, PRESENTATO IL LIBRO DI FRANCESCA CUTINO “28 GIORNI-STORIE DI MADRI”

letto 2307 volte
img-20160617-192514bis.jpg

Continua il tour di presentazione del libro di Francesca Cutino “28 giorni-Storie di madri”. E’ la volta della bellissima Sala Consiliare di Palazzo di Città a Cava de' Tirreni, dove ha avuto luogo la presentazione del suo libro, ieri pomeriggio alle 19, davanti ad un folto e interessato pubblico. 

Sono intervenuti i relatori:

-Antonella Milo, sociologa

-Giovanni del Vecchio, Consigliere delegato alla Cultura del Comune di Cava de' Tirreni

-Francesca Cutino, giornalista e autrice del libro

-Lucia De Cristofaro, Presidente della casa editrice Albatros

-Luca Badiali, esperto di comunicazione, critico ed agente letterario

-Testimonianza di Gabriella Passa. 

Ha presentato l’incontro la giornalista-amica-sorella Lia Cutino, peraltro in attesa di una bimba, che ,con scioltezza e padronanza, ha anche moderato gli interventi dei relatori.  

Dopo il saluto istituzionale del Sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, che non ha voluto mancare nonostante gli impegni istituzionali, la moderatrice ha dato la parola al Consigliere delegato alla Cultura, Giovanni del Vecchio  che ha voluto l’evento insieme al Vice Presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Passa. Giovanni del Vecchio è il figlio del Past Governatore del Distretto 108YA, Vittorio del Vecchio. 

La moderatrice ha intervallato gli interventi con la lettura di alcuni passi degli episodi del libro. Molto interessante l’intervento della sociologa Antonella Milo che è stata molto critica su alcuni “tipi” di madri e anche sulle “madri sensazionali”, quelle mamme perfette che per intenderci non sbagliano mai, e ha confermato poi che non tutte le madri hanno insito dentro di sé l’istinto materno.   

La parola poi è stata data alla Presidente della casa editrice Albatros, Lucia De Cristofaro, che ha voluto fermamente la pubblicazione del libro, perché ne ha intravisto le potenzialità e la bravura della scrittrice Francesca Cutino “Se non mi fosse piaciuto e non mi avesse colpito, non l’avrei pubblicato di certo”. 

La moderatrice ha quindi fatto intervenire Gabriella Passa, protagonista di un episodio del libro, la quale con una toccante e commovente testimonianza, ha raccontato la sua storia e come fosse stata felice di raccontarla alla scrittrice Francesca Cutino, che poi l’ha messa su carta facendola diventare una storia già commovente di per sè.  

A questo punto Lia Cutino ha invitato l’autrice del libro, la scrittrice Francesca Cutino,  a spiegare i motivi che l’hanno convinta a scrivere il libro: “28 giorni-Storie di madri” è una raccolta di avventure ispirate da storie reali di vita vissuta, di mamme che hanno scelto la condivisione alla reticenza, ascoltate per caso, durante una visita dal ginecologo, al mare, sotto l’ombrellone o raggiunte con una intervista dopo i fatti di cronaca. E’ un libro di cuore, che accarezza il cuore di chi ha provato la gioia immensa di essere madre, con tutto il proprio amore e la voglia di raccontarsi”.

In queste- dice ancora Francesca - c'è la paura, la gioia, il timore, la felicità, pezzi di gente comune, frammenti di vita quotidiana, c'è tutto...e tutto questo, per me, è il senso della vita!”.  

Non poteva mancare la parola del critico, e la moderatrice ha invitato il critico letterario, esperto di comunicazione, Luca Badiali,  un esempio di chi nato fuori Campania, a Viareggio, ha trovato la sua dimensione a Cava de’ Tirreni, dove vive e lavora da oltre dieci anni, e da anni, per pura passione e per lavoro, conduce incontri letterari. Ebbene Luca Badiali ha avuto parole di elogio per Francesca, complimentandosi per la scrittrice e per il libro scritto con scorrevolezza e sicuramente scritto bene. “Un libro che si legge tutto di un fiato”, ha detto. 

Presente anche un pubblico attento e competente che non ha fatto mancare l’applauso ai relatori e alla scrittrice, che alla fine, come al solito, ha scritto dediche sui libri acquistati dalle persone del pubblico. 

Il libro “28 Giorni-Storie di Madri” è acquistabile in tutte le librerie al costo di 13 euro. 

CHI E’ FRANCESCA CUTINO

Nata a Pompei (NA) il 6 luglio del 1984, sin da piccola matura una grande passione per la scrittura, ottenendo, a soli 12 anni, il Primo Premio del Concorso Letterario Nazionale “Un giallo per la scuola”, indetto dal Comune di Ferrara. Nel dicembre 2006 si laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Salerno e dall’età di 18 anni si dedica al giornalismo. Dal 2007, dopo una lunga collaborazione con il quotidiano “Cronache del Mezzogiorno”, è iscritta all’Albo dei Giornalisti della Campania, nell’elenco Pubblicisti. Nel 2008 fonda il quotidiano on-line “Mezzostampa.it – L’informazione di Scafati e dintorni” e ne diventa Direttore Responsabile, fino a quando non riceve l’incarico di Ufficio Stampa del Comune di Scafati. Ruolo che svolge dal 2008 al 2014. Diverse le collaborazioni giornalistiche che la vedono protagonista in qualità di inviata e redattrice, tra cui quelle per le emittenti Telenuova, Telecolore e Lira Tv. Da Ottobre 2014 ricopre il ruolo di Ufficio stampa e Responsabile presso alcune Commissioni Consiliari della Regione Campania.