IL LIBRO AUTOBIOGRAFICO "DENTRO L’OSCURITA’”, SCRITTO DA LOREDANA BERARDI

Dedicato alla madre scomparsa da poco.
letto 206 volte
dentro-l-oscurit-.jpg

Il libro narra l’evolversi dell’esistenza dell’autrice, dai primi anni trascorsi prima all’Istituto Minorile “Ferrante Aporti” di Torino, poi gli anni trascorsi dentro il super carcere di massima sicurezza di Novara, sotto scorta, in quanto il padre comandava il corpo di polizia penitenziaria negli anni anni '80, anni di piombo, macchiati dal terrorismo delle Brigate Rosse. Le rivolte carcerarie, gli spari sulla sua pelle, l'arrivo di Vallanzasca. L'inferno di una ragazza dilaniato tra depressione, attacchi di panico, autolesionismo e bulimia. La scioccante scoperta di essere stata anche adottata, l'incontro inaspettato con quei terroristi...

Una storia travolgente ricca di tanti colpi di scena. Un libro psicologicamente devastante proiettato verso una grande rinascita. 

SINOSSI

"Cosa c'è dentro una lacrima? Una gioia ma talvolta anche un gran dolore. Questa è stata la mia vita, laceranti segni che non perdonano, che mi hanno massacrata, calpestata per riuscire a carpire fino a punto potesse arrivare il mio coraggio ma soprattutto la mia forza, lasciandomi senza via di scampo ". Inizia così con queste parole il racconto autobiografico di Loredana Berardi. Una storia potente, con incredibili colpi di scena, piena di dolori e tristezze, ma pian piano illuminata dal grande amore di persone speciali grazie alle quali riuscirà a sconfiggere i suoi fantasmi. Dedicato alla sua mamma scomparsa da poco. L'inferno, i sogni di una bambina, la forza di una donna. Sopravvivere dentro un carcere di massima sicurezza, sotto scorta. Anni '80, anni di piombo macchiati dal terrorismo delle Brigate Rosse. Una lunga e lenta strada tortuosa, l'incontro inaspettato con quei terroristi... La depressione, l'autolesionismo, il demone della bulimia... Dentro l'oscurità di Loredana Berardi