PASTORANO (CE), MARTUSCIELLO E ZINZI A MAESTRI IN FIERA RILANCIANO L'IMPEGNO DELLE ISTITUZIONI A FAVORE DELL'ARTIGIANATO

letto 2026 volte
martusciello.jpg

“Artigianato: prospettive e opportunità” è stato il tema della tavola rotonda che si è tenuta oggi (15 dicembre 2013), giornata conclusiva della prima edizione di Maestri in Fiera, la mostra dell’artigianato nel polo fieristico A1 Expo (uscita A1 Capua) dal 6 dicembre scorso.

"L’incontro di oggi è servito a tirare le somme di ciò che sono stati questi dieci giorni – ha affermato Antimo Caturano, presidente di A1 Expo – Essendo una manifestazione alla sua edizione “pilota”, ci sono cose da rivedere e migliorare, ma tantissime altre sono state molto soddisfacenti, come l’adesione degli operatori e la partecipazione del pubblico. Mi auguro di continuare, assieme alle associazioni e alle istituzioni che ci hanno patrocinato, a sostenere fattivamente il settore, facendo di A1 Expo il nuovo importante punto di riferimento per le attività produttive del Mediterraneo".

Stesso auspicio espresso dal presidente della Provincia di Caserta, on. Domenico Zinzi: "Dobbiamo rafforzare l’idea di realizzare qui, nel Casertano, un polo fieristico così importante come A1 Expo e le istituzioni devono essere pronte a dare il proprio sostegno. Un plauso va senz’altro alla famiglia Caturano per aver avuto l’intuizione e il coraggio di investire in un progetto così importante che deve essere ampliato e potenziato. Da parte dell’amministrazione provinciale che rappresento, c’è quindi la piena disponibilità e il pieno appoggio per questa iniziativa, che dà valore e risalto alle nostre eccellenze portandole al di fuori dei confini casertani".

L’assessore regionale alle Attività produttive, Fulvio Martusciello, ha invece sottolineato come l’internazionalizzazione delle imprese sia una delle risposte alla crisi: "La Regione Campania si è impegnata a sostenere gli sforzi delle imprese per andare sui mercati internazionali e sta lavorando a interventi per rilanciare l’innovazione e potenziare le opportunità delle imprese all’estero. Sono pronti investimenti di 400milioni di euro per le pmi della Campania e per le start up. 150mln arrivano dal piano di azione e coesione per le aree di crisi, altri 100mln arrivano dall’accelerazione della spesa per l’innovazione tecnologica e altri 150mln che derivano dal Pac per attività di marketing per avviare le start up, per acquisto macchinari e altro. Importante è anche la corretta comunicazione, che deve far conoscere le tantissime potenzialità della nostra terra, mortificata negli ultimi tempi da vere e proprie campagne denigratorie. È importante quindi anche l’opera di incoming, attraverso i poli fieristici come A1 Expo, rivolta ai giornalisti specializzati di altri Paesi. La Campania si prepara a una campagna di comunicazione da 50mln di euro del piano di azione e coesione per rilanciare le eccellenze campane sui mercati esteri e per far conoscere alla stampa internazionale le eccellenze della nostra regione".

All’incontro hanno portato i loro saluti anche Giovanni Diana, sindaco di Pastorano; Francesco Geremia, segretario Cna Caserta; Luca Pietroluongo, segretario Confartigianato Imprese Campania e Giuseppe D’Amore, presidente Casartigiani Caserta.