ANGRI, MERCOLEDI' 16 APRILE ALL'OFFICINA DELLE IDEE SARA' PRESENTATO L'ULTIMO LIBRO D'ARTE DI GIANNI ROSSI: “INTRECCIO ELEGANTE DEL PIGMENTO”

letto 1537 volte
gianni-rossi.jpg

Mercoledì 16 aprile 2014, alle ore 19, presso l'Officina delle idee, presieduta da Franca Francavilla, sita in Corso Italia, 18, ad Angri, sarà presentato “INTRECCIO ELEGANTE DEL PIGMENTO”, l'ultimo libro d'arte sull'artista Gianni Rossi edito dalla Bimed. Interverranno:

-Luigi Montella, curatore del libro, professore di Letteratura Italiana presso l'Università del Molise;

-Carlo Di Legge, docente di filosofia, scrittore;

-Filippo Toriello, Dirigente scolastico del Liceo "La Mura" di Angri.

Sarà presente l'autore.

Nella prefazione al libro, Luigi Montella sottolinea come "Il corpus delle opere di Gianni Rossi è costituito dalle figure generate dalla collocazione dei colori nello spazio, presentandosi non solo rovesciato nell’intenzionalità della visualità pura, ma corredato di un nuovo concetto di durata che prescinde dall’istantaneità visiva, per attestarsi nella successione degli intervalli dettati dalle stratificazioni segniche. I colori, poi, isolati dalle forme, vanno assumendo una sintomatica autonomia di senso, perdendo il carattere di sincronicità visiva, fino ad addensarsi in innovative combinazioni sequenziali". Secondo Montella, con Gianni Rossi "il gesto artistico si riappropria di una rinnovata identità, aumentando la distanza dalla tradizione della pittura segnica che trovava la sua riconoscibilità nell’aspetto formale con l’esclusione dei contenuti".

"L’inserimento nei dipinti di elementi materici (pellicole di Kodak, tessuti, fibre, etc.) -puntualizza Montella- segna, inoltre, un mutamento prospettico dell’opera d’arte che, in altro modo, viene creato dalla profondità delle scrostature segniche, rendendo manifeste le diverse gradazioni dei colori. L’uso dei materiali, anche in questo caso, acquista una valenza del tutto diversa rispetto alla tradizione informale, diventando un raffinato escamotage per favorire, in maniera innovativa, la sedimentazione e la variazione coloristica".