CAVA DE' TIRRENI (SA), LA POLIZIA DI STATO FERMA LADRI DI AUTO. AVEVANO NEL VEICOLO ATTREZZI DI SCASSO, CENTRALINA MOTORE ED ALTRO MATERIALE UTILE AL FURTO DEI VEICOLI

letto 113 volte
attrezzi-di-scasso.jpg

A Cava de’ Tirreni, nell’ ambito dei rafforzati e mirati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore per contrastare la commissione di reati ed in particolare quelli predatori, gli agenti del locale Commissariato di Polizia hanno bloccato due pregiudicati provenienti dall’agro nocerino-sarnese, trovati in possesso di attrezzi ed altro materiale utile per il furto di autovetture.

Gli uomini, P.G. di anni 35 e S.G. di anni 47, entrambi residenti a Sarno, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per porto abusivo di arnesi atti allo scasso

La vicenda si è verificata nella mattinata di ieri, in Via XXV Luglio, quando gli agenti hanno notato transitare una vettura FIAT 500 con a bordo due uomini che, alla loro vista, hanno cercato di eludere il controllo  effettuando un’inversione di marcia e portandosi in direzione opposta alla pattuglia di polizia. A seguito di tale manovra,  gli Agenti hanno provveduto a fermare e a controllare i due soggetti, procedendo alla pertinente  perquisizione personale e dell’autovettura.  In tale contesto, all’interno degli slip indossati dal 47enne, è stato  rinvenuto un chiavino esagonale, modificato in entrambe le estremità con l’aggiunta di un tubo in ferro per leva, mentre all’interno dell’autovettura, di proprietà del padre del 35enne ed a questi in uso, sono stati  rinvenuti una pistola giocattolo in plastica, con il tappo rosso occultato da adesivo di colore nero, due coltelli tipo cucina con lama lunga 11 cm, una tenaglia, una chiave inglese, due chiavi a tubo, una centralina,  una chiave Autovettura Fiat Panda, una chiave a brugola e nr. 4 palline da tennis, notoriamente usate per l’apertura delle chiusure centralizzate delle autovetture ed altro materiale utile per il furto di veicoli.

Tutto il materiale  e l’autovettura usata per la commissione del reato sono stati posti sotto sequestro. Entrambi gli uomini annoverano a loro carico numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio, ed in particolare furti e tentativi di furto veicoli, porto di oggetti atti allo scasso, nonché reati inerenti gli stupefacenti, minaccia e stalking. Attesa la ritenuta pericolosità dei predetti, desunta dal loro atteggiamento e dai loro precedenti, per gli stessi  sarà valutata l’emissione di misure atte ad inibirne il ritorno nel comune di Cava de’ Tirreni. Proseguono intanto le attività di controllo, soprattutto nelle frazioni collinari, anche con   l’impiego degli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania ed in sinergia con le altre Forze di Polizia presenti sul territorio.