MISS SASCH TOP MODEL E' LUDOVICA IERVOLINO

Sognando in città: Miss Italia sbarca a Scafati
letto 17707 volte
ludovica1.jpg

Una cascata di riccioli biondi, due occhi vispi e maliziosi, un corpo sinuoso per un 1,74 di altezza. E? l?identikit di Ludovica Iervolino, la vincitrice della selezione provinciale di Miss Italia che ha tenuto banco in piazza a Bagni venerdì sera nell?ambito della rassegna estiva ?Sognando in città?. Il secondo grande evento del palinsesto estivo allestito dall?amministrazione comunale, che ha tenuto con il fiato sospeso il pubblico accorso per ammirare le 25 ragazze che hanno dato il meglio di sé sulla passerella, sfilando in costume e presentandosi in maniera simpatica e talvolta ammaliante, contendendosi a colpi di anche, il titolo di Miss Sasch Top Model. A spuntarla su tutte, però, è stata la scafatese, napoletana di nascita, Ludovica Iervolino, 20 anni, studentessa di giurisprudenza presso l?Università Federico II di Napoli, che ha dimostrato nel corso della serata condotta dal mitico Erennio De Vita, presentatore ufficiale delle selezioni del concorso, di essere abile anche con spaccate, ruote e quant?altro. Un corpo sinuoso e un sorriso che ha steso la giuria composta da esponenti dell?amministrazione e sponsor del concorso. ?Non me l?aspettavo ? ha pronunciato incredula la prima classificata ? sono contentissima di accedere ora alla selezione regionale?. Parole farfugliate tra l?emozione di indossare la fascia più importante della serata e al contempo la coroncina da miss. ?Studio Giurisprudenza e non faccio altro perché l?Università mi assorbe completamente. Vorrei diventare un magistrato?. Ha aggiunto poi, intervistata. A premiarla, il primo cittadino di Scafati Pasquale Aliberti che non ha nascosto qualche piccola soddisfazione campanilistica. Ludovica, però, non sarà la sola ad accedere alla selezione regionale, con lei, altre nove ragazze, delle quali quattro premiate con le fasce di seconda, terza, quarta e quinta classificata e cinque distintesi per l?ottenimento di un buon risultato. Non sono mancati momenti di musica e spettacolo con l?esibizione di Gino Accardo, chitarrista noto per aver collaborato in passato con Roberto Murolo. Il concorso più importante d?Italia, la kermesse più nota insieme al Festival di S.Remo, ha così fatto tappa anche a Scafati, per la prima volta, offrendo uno spettacolo intriso di bellezza, emozione e divertimento.