MOVIMENTO DONNA INSIEME BELLIZZI, CONVEGNO: “CANCRO ALLA MAMMELLA E TUMORE CERVICE UTERINA”

letto 3438 volte
90-n.jpg

(Nella foto Vincenzo Marano e Debora D'Amato). Venerdì 24 Gennaio presso la Biblioteca Comunale di Bellizzi in Piazza Giovanni XXIII si terrà l’importante Convegno informativo inerente le patologie che colpiscono più di frequente la popolazione femminile ed in particolare quella Campana. Il tumore della mammella è il più diffuso fra le donne nei Paesi occidentali: si stima che una donna su 10 lo svilupperà nel corso della sua vita. In Campania il carcinoma mammario è al primo posto per incidenza tra i tumori femminili e presenta, secondo le stime dell’Istituto Superiore di Sanità riferite al 2012, tassi superiori alla media nazionale.

Il cancro della cervice uterina è invece un tumore relativamente raro, infatti stime effettuate a partire dai dati forniti dai Registri Tumori mostrano tassi di incidenza di poco al di sopra della media italiana. La storia naturale di questi tumori può essere modificata dai programmi di screening oncologici, che prevedono l’attuazione di esami generalmente semplici e poco invasivi, che permettono di individuare precocemente una malattia neoplastica senza che abbia ancora dato sintomi, e che risulta quindi più facilmente curabile.

Ogni anno in Italia vengono diagnosticati 3.500 nuovi tumori della cervice, con una media di un caso ogni 10.000 donne: una donna su 163 si ammala di questo tumore nel corso della vita, ma meno dell'uno per mille ne muore. La diagnosi sempre più precoce consente infatti di utilizzare una terapia efficace e spesso risolutiva. Per quanto attiene invece, il tumore alla mammella, ogni anno In Italia vengono diagnosticati 37.000 nuovi casi, ma nonostante il continuo aumento dell'incidenza, di tumore del seno oggi si muore meno che in passato, grazie anche ai continui progressi della medicina e agli screening per diagnosi precoce tramite mammografia.

Il nostro obiettivo – dichiara Debora D’Amato del Movimento Donna Insieme Bellizzi – è proprio quello di sensibilizzare le donne su questo problema, troppe volte sottovalutato; inoltre – continua la D’Amato – non bisogna sottovalutare l’incidenza che può avere sulle adolescenti. Per questa ragione lo screening è il modo più immediato per verificare se possono esserci dei problemi. La diognosi precoce è e resta l’arma migliore contro queste forme di malattie soventi silenti. Il nostro invito – conclude la D’Amato – è quello di sensibilizzare quante più donne possibile su questo problema e seguire i consigli dei medici”.

Al Convegno parteciperanno: Vincenzo Marano, Vicesindaco di Bellizzi e medico chirurgo; Giuseppe De Masellis, resposabile ASL Salerno screening Cervice Uterina; Giuseppe Tramontano, resposabile ASL Salerno screening tumore mammella; Salvatore Senatore, medico chirurgo e oncologo; Gennaro Bottiglieri, Endocrinologo; Nicola D’Elia, Pediatra.