BARONISSI, ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014, MOSCATIELLO: "VALIANTE FUORI DALLA COMPETIZIONE PER VILIPENDIO ALLA BANDIERA"

"Bruceremo la fascia tricolore", ha dichiarato Valiante, candidato sindaco del Pd, durante l’ultimo comizio
letto 1921 volte
rocco-hunt.jpg

"Chiedo il ritiro immediato dalla competizione di Valiante per vilipendio alla bandiera: sono affermazioni indegne quelle pronunciate l’altra sera dal palco di Sava quando ha dichiarato, al cospetto della sua claque, di voler bruciare la fascia tricolore del sindaco".

Giovanni Moscatiello, candidato sindaco uscente, si dichiara "sconvolto" dalle ultime "deliranti" affermazioni del candidato sindaco del Pd pronunciate durante il suo intervento al comizio pubblico di Sava.

"Se ha un minimo di senno, è ancora in tempo per chiedere scusa ai cittadini di Baronissi ed al nostro Paese. In ogni caso è un reato penale grave del quale risponderà in prima persona – sottolinea Moscatiello – e del quale informerò il Presidente Napolitano. Non si può arrivare a tanta violenza in una campagna elettorale e non si possono trasmettere messaggi di questo genere: ingiuriosi, lesivi della dignità nazionale, di disprezzo della storia che rappresenta il tricolore e del suo valore civile. È laureato in giurisprudenza: dovrebbe conoscere la legge: e cioè che chiunque vilipende con espressioni ingiuriose la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato (come la fascia tricolore indossata dai sindaci) è punito con la multa da 1.000 a 5.000 euro e chiunque pubblicamente e intenzionalmente distrugge, disperde, deteriora, rende inservibile o imbratta la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato è punito con la reclusione fino a due anni. Noi siamo italiani e siamo patrioti: non doveva permettersi".

In merito al concerto di Rocco Hunt, Moscatiello dichiara: "A Rocco va il mio benvenuto a Baronissi: gli facciamo auguri per la sua carriera artistica perché è un ragazzo umile, cresciuto coltivando la grande passione per la musica ed inseguendo il suo sogno con tanti sacrifici: lo inviteremo a partecipare ad una “jam session” insieme al gruppo dei writers di “Overline” ".

In merito ad alcune dichiarazioni rese da Gianfranco Valiante, Moscatiello precisa: "Sono stato accusato di aver aggredito verbalmente una candidata, ma l’unica aggressione che conosco è quella che è iniziata e finita con l’abbraccio ad una signora candidata nella coalizione di Valiante, che ho incontrato in un bar davanti a diversi testimoni. Per quanto riguarda le presunte minacce agli anziani degli alloggi popolari, sono persone che ho sempre incontrato e più volte durante il mio mandato (non una volta ogni cinque anni) ed ogni volta ho ricevuto da parte loro l’affetto incondizionato per quanto abbiamo fatto nel dare una casa dignitosa alle famiglie che vivevano in case di carta".